Terzo Settore_Radio

Il format radiofonico

Un format giovane, fresco, amichevole e informale che facilita la conoscenza di tutte le occasioni, le opportunità, le prerogative e le potenzialità, anche lavorative, offerte dal mondo del Terzo Settore.

Si chiama Yes It is_Informazione per il Terzo Settore ed è la trasmissione radiofonica che va in onda, ogni mercoledì, su Radio InBlu, all’interno del progetto Anspi “Terzo Sapere”.

Pensata come strumento concreto di formazione ed informazione, il format nasce con l’intento di contribuire a promuovere un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e a fornire un’opportunità di apprendimento e conoscenza per tutti, in particolare sul mondo del Terzo Settore.

Tre minuti per trentanove puntate dedicate ad approfondire le norme legislative e l’applicazione del Nuovo Codice del Terzo Settore, le potenzialità del Non Profit, le best practice diffuse tra le associazioni di tutta Italia, ma anche per parlare di opportunità di formazione e lavoro, analizzare le soft skills maggiormente professionalizzanti per le giovani generazioni.

Tanti gli ospiti che si avvicenderanno ai microfoni della trasmissione. Le puntate saranno trasmesse ogni mercoledì alle ore 9.03 ed in replica alle ore 17.03 a partire dal 3 ottobre (FM 96.3 – www.radioinblu.it/live). 

SINTESI PUNTATE E PODCAST

Puntata 1

Perché raccontare il “Terzo Settore “ in tre minuti? Il progetto “Terzo Sapere”, spiegato con le parole dell’avvocato Giuseppe Dessì, presidente dell’Associazione Nazionale San Paolo Italia, che riunisce circoli giovanili e oratori.

PUNTATA 2

Che cos’è di preciso il Terzo Settore? Lo abbiamo chiesto ad alcuni di voi e all’avvocato Alessandro Mazzullo, membro del Consiglio nazionale del Terzo Settore. In questa seconda puntata vi raccontiamo perché si chiama così e chi ne fa parte.

PUNTATA 3

Cifre importanti, quelle che raccontano l’ampiezza e la presenza sul territorio italiano del Terzo Settore. Ne abbiamo parlato con Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del Terzo Settore, che rappresenta 85 organizzazioni nazionali, più o meno la metà del panorama non profit italiano.

PUNTATA 4

“Piacere, ANSPI”: è tornato a trovarci l’avvocato Giuseppe Dessì, presidente nazionale dell’Associazione Nazionale San Paolo Italia dall’aprile 2017, per raccontarci quando e come nasce ANSPI e di cosa si occupa oggi. Ma in questa puntata introdurremo, insieme al presidente Dessì, anche il tema della Riforma del Terzo Settore.

PUNTATA 5

In questa quinta puntata entriamo nel vivo di quello che sarà uno dei principali temi di “Il Terzo Settore in tre minuti”, cioè la Riforma diventata legge nel 2016. Ripercorriamo insieme le tappe principali del suo percorso, spieghiamo in quale contesto è nata e a quali esigenze ha cercato di dare una risposta. Il tutto con l’aiuto dell’avvocato Alessandro Mazzullo, membro del Consiglio Nazionale del Terzo Settore che ha partecipato al tavolo tecnico istituito dal Governo per la riforma.

PUNTATA 6

In questo sesto appuntamento con “Il Terzo Settore in tre minuti” abbiamo chiesto all’economista Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna, cosa manca alla riforma per essere operativa.

PUNTATA 7

Come ogni rivoluzione, la Riforma del Terzo Settore porta con sé un cambio di linguaggio: sparisce la dicitura “onlus” e arrivano nuove sigle. Per orientarci tra le novità, in questa settima puntata sentiremo l’avvocato Veronica Montani, membro della commissione che ha redatto il Codice del Terzo Settore. Capiremo meglio come si diventa “ETS”, cioè Enti di Terzo Settore e a quali condizioni.

PUNTATA 8

Una delle più grandi novità della Riforma del Terzo Settore è l’istituzione di un registro unico nazionale per gli enti di terzo settore. Finora si era tenuto un registro per ogni diversa categoria di enti: c’era quello del volontariato, quello delle cooperative sociali, quello delle fondazioni. E ogni regione aveva regole proprie. Insomma, una situazione un po’ caotica. Cosa cambia con il nuovo codice? Ci aiuta a capirlo l’economista Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna, che in questa puntata è tornato a trovarci.

PUNTATA 9

Come ha risposto la Riforma del Terzo Settore al bisogno di maggior controllo e trasparenza che si sentiva in questo mondo? Come il nuovo codice rivede la disciplina fiscale degli enti di Terzo Settore? Ne abbiamo parlato con l’avvocato Alessandro Mazzullo, membro del Consiglio Nazionale del Terzo Settore, tornato a trovarci in questa nona puntata.

PUNTATA 10

Quanto può essere importante per un operatore del Terzo Settore conoscere
concretamente quale impatto ha la sua attività sull’intera società? Sicuramente molto. È in quest’ottica che la Riforma ha promosso la ‘valutazione di impatto sociale’, che va ad affiancarsi alla già esistente ‘valutazione di outcome’. E che sarà una possibilità, e non un obbligo, per gli enti di terzo settore. Ci aiuta a spiegare questa novità l’economista Stefano Zamagni, tornato a trovarci nella decima puntata.

PUNTATA 11

I centri di servizio per il volontariato attivi in Italia nel 2018 sono 65, distribuiti in tutta la penisola. Una rete di oltre 389 sportelli, con più di 800 addetti. Quali sono i compiti e le funzioni di questi strumenti per il volontariato ce lo spiega l’avvocato Veronica Montani, membro della commissione che ha redatto il Codice del terzo Settore, che è tornata a trovarci.

PUNTATA 12

In questa dodicesima puntata iniziamo a parlare di enti religiosi civilmente
riconosciuti. Ci aiuta il dottor Gianluigi Bertolli, commercialista che fa consulenze proprio a questo tipo di enti. Si tratta di enti che vengono costituiti in base a diritto canonico e che poi possono operare nel mondo civile attraverso il riconoscimento della personalità giuridica. Caratterizzati dalla finalità di religione e di culto, spesso svolgono anche altre attività che rientrano nel concetto di terzo settore, dalla gestione di un ospedale a quella di una scuola.

PUNTATA 13

Nella scorsa puntata abbiamo iniziato a parlare degli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti: soggetti che perseguono finalità di religione e di culto e che, in questo contesto, svolgono anche altre attività che tipicamente rientrano nell’ambito del Terzo settore. Con la riforma per loro cambiano alcune cose. Ad esempio, l’ente religioso che non sia qualificabile come ente di Terzo settore o impresa sociale non potrà accedere a tutta una serie di benefici fiscali. Abbiamo chiesto al professor Andrea Perrone, direttore del Centro Studi sugli Enti Ecclesiastici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, quali costi dovranno affrontare gli enti religiosi per rientrare nella disciplina di Terzo settore.

PUNTATA 14

Continuiamo anche oggi a parlare di enti religiosi civilmente riconosciuti. Lo facciamo con Mons. Giuseppe Baturi, direttore dell’ufficio nazionale per i problemi giuridici e Segretario del Consiglio per gli Affari Giuridici della Chiesa cattolica. Mons. Baturi racconta come questi enti sono cambiati nel tempo, di quali servizi si occupano oggi e fa un punto sull’impatto che avrà la riforma nei loro confronti.

PUNTATA 15

In questa puntata affrontiamo il tema dell’aumento della cosiddetta mini-Ires contenuto nella legge di bilancio approvata lo scorso 30 dicembre. Dopo che tutto il mondo del Terzo Settore si è mobilitato in contrasto alla decisione, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiesto di evitare “tasse sulla bontà” nel suo discorso di fine anno. Ne parliamo con Gabriele Sepio, avvocato, docente di diritto tributario e membro del Consiglio Nazionale del Terzo Settore.

PUNTATA 16

Questa puntata è dedicata alla figura dell’impresa sociale, che esce potenziata dall’impianto della Riforma del Terzo settore. Ma cos’ha di diverso un’impresa sociale rispetto a una “tradizionale”? Ne parliamo con Jonny Dotti, docente alla Cattolica, imprenditore sociale, amministratore delegato di On e presidente di Abitare Generativo.

PUNTATA 17

In questa puntata si parla di finanza sociale: un importante metodo alternativo con cui gli enti di Terzo Settore possono reperire risorse per finanziare iniziative e progetti. Ma, forse, soprattutto qualcosa in grado di generare percorsi di partecipazione, inclusione e cittadinanza. Saremo di nuovo in compagnia di Stefano Zamagni, economista e docente di Economia politica a Bologna. Spiegheremo cos’è il ‘social lending’, ossia il prestito sociale e come funziona, ma parleremo anche di come, finalmente, anche nell’ordinamento italiano entra per la prima volta il concetto di finanza sociale.

PUNTATA 18

Il Terzo Settore è anche sport. Nella puntata di domani parleremo delle polisportive giovanili salesiane, associazione nazionale di promozione sportiva riconosciuta dal Coni. Nate nel 1967 dall’intuizione delle congregazioni salesiane e dalla loro esperienza negli oratori, oggi contano 77 comitati provinciali, presenti in 19 regioni, circa 300 mila tesserati e 2500 associazioni sportive dilettantistiche affiliate. Il nostro ospite sarà il presidente delle PGS . Ciro Bisogno, che racconterà anche la figura dell’ “alle-educatore”.

PUNTATA 19

Tra i soggetti del Terzo Settore ci sono anche le cooperative sociali, che si occupano di servizi sociali e educativi o sono finalizzate all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. Ospite di questa diciannovesima puntata è il presidente di Confcooperative Umbria, Andrea Fora, a cui abbiamo chiesto cosa pensano le cooperative della Riforma del Terzo Settore. Parleremo anche della necessità di una legge per combattere le false cooperative, dopo che durante la scorsa legislatura l’Alleanza delle Cooperative aveva raccolto circa 180 mila firme a corredo di una proposta popolare sul tema.

PUNTATA 20

Torniamo nella puntata di oggi sul tema degli enti religiosi civilmente riconosciuti. Lo facciamo con il presidente di Anspi, l’avvocato Giuseppe Dessì, ancora una volta nostro ospite. Con lui parleremo del rapporto tra Stato italiano ed enti religiosi e di come questi potranno entrare a far parte del Terzo Settore.

PUNTATA 21

Dopo aver capito meglio il rapporto tra Stato italiano ed enti religiosi e come questi potranno entrare a far parte del Terzo Settore, in questo nuovo appuntamento tireremo le fila del discorso chiedendo un commento sulla nuova normativa al presidente di Anspi, Giuseppe Dessì. In particolare, ragioneremo sull’obbligatorietà di destinare un preciso patrimonio all’attività di interesse generale che intende svolgere l’ente religioso.

PUNTATA 22

Gli enti già costituiti che vorranno far parte del Terzo Settore dovranno adeguare i propri statuti alle nuove norme introdotte dalla Riforma. Il ministero del lavoro ha emanato a dicembre una circolare per guidarli in questo percorso. Ne parliamo in questa puntata con Antonio Fici, avvocato esperto in materia di Terzo Settore, professore e consulente del ministero del lavoro per la riforma del Terzo Settore.

PUNTATA 23

Le operazioni che dovranno affrontare gli Enti di Terzo settore già costituiti per adeguare i propri statuti alla nuova normativa introdotta dalla Riforma costituiranno un costo o un’opportunità? Quali sono le scadenze previste e cosa succede se non si rispettano? Ne parliamo con il professor Antonio Fici, avvocato e consulente del ministero del lavoro per la Riforma del Terzo Settore, ospite di questa 23° puntata.

PUNTATA 24

Nella puntata di oggi ci occupiamo di 5 per mille. Quel meccanismo che permette di devolvere una quota della propria imposta Irpef a enti benefici, associazioni o ai Comuni. Qualcosa che costa poco o nulla a chi la fa, ma significa tanto per chi la riceve. Le modifiche a questo strumento sono contenute nel decreto attuativo del maggio 2018. Con Stefano Zamagni, economista e docente a Bologna, parliamo delle novità in materia.

PUNTATA 25

La riforma del Terzo settore ha introdotto uno strumento per sollecitare le donazioni private nel nostro Paese. In Italia doniamo all’anno circa 10 miliardi di euro, cifra che da molto tempo non cresce. Questo nuovo strumento è la Fondazione Italia Sociale. In questa puntata ne parliamo con Gianluca Salvatori,
Segretario Generale della Fondazione.

PUNTATA 26

“Il servizio civile è un impegno sociale a beneficio delle classi più disagiate del nostro territorio modo di mettersi in gioco nella società in cui viviamo”. Così Filippo Chiarelli, responsabile nazionale Anspi per il servizio civile, parla di quello che è l’argomento di questa puntata. Il servizio civile è la possibilità, per i giovani dai 18 ai 29 anni, di dedicare un anno della propria vita a un progetto presso un ente non a scopo di lucro, in Italia o all’estero. Dopo la Riforma del Terzo Settore il servizio civile ‘nazionale’ è diventato ‘universale’. Scopriamo perché in questa 26° puntata.

PUNTATA 27

Dopo aver introdotto il tema del servizio civile universale nella scorsa puntata, in questo nuovo appuntamento conosceremo meglio due giovani, Federica Iannetti ed Elisabetta Moraca, entrambe 30 anni, di Ancona, studentesse di Giurisprudenza, che hanno alle spalle un’esperienza di servizio civile con Anspi, l’Associazione Nazionale San Paolo Italia.

PUNTATA 28

Rivitalizzare un’intera comunità oratoriale a partire da un semplice servizio di aiuto compiti per bambini. È l’esperienza che ha vissuto Riccardo Romani, 24 anni, di Perugia, grazie al servizio civile con Anspi. In questa puntata ascolteremo il suo racconto e quello di Francesca Ercolani, anche lei perugina di 25 anni, laureata in traduzione e interpretariato, che ha svolto lo stesso servizio a contatto con i più piccoli.

PUNTATA 29

Si intitola “Il gusto di costruire comunità”. È una raccolta di esperienze di 218 giovani che hanno fatto servizio civile nelle terre colpite dal sisma del 2016: Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. Com’è nata questa pubblicazione e cosa contiene ce lo racconta Serena Mercantini, operatrice della Casa del volontariato di Rieti, che ne ha curato la stesura.

PUNTATA 30 

Un itinerario educativo rivolto ai giovani, che si pone l’obiettivo di fargli scoprire i propri talenti per investirli al meglio nel loro futuro. È l’obiettivo del kit “Third Millennium Youth Skills”, realizzato dall’Associazione Nazionale San Paolo Italia e che coinvolgerà circa 20 mila ragazzi. Mauro Bignami, consulente nazionale della formazione Anspi, ci racconta come funziona il kit in questa puntata, in onda come sempre mercoledì sulle frequenze di Radio InBlu e Umbria Radio alle 9,03 e in replica alle 17,03. Nel precedente appuntamento abbiamo parlato del ruolo del servizio civile nelle zone colpite dal sisma del 2016.

PUNTATA 31

In questa puntata parliamo di In-Out, associazione di promozione sociale nata a settembre 2014. In-Out opera nella provincia di Bologna e si occupa di progetti educativi rivolti ai ragazzi di scuole medie e superiori. Tutto è partito con un doposcuola per ragazzi delle medie. Com’è andata dopo ce lo racconterà Irene Castronuovo, responsabile dei progetti e dello sviluppo.

PUNTATA 32

Mantenere viva la memoria di un passato non così lontano, far conoscere una storia per scongiurare il rischio che certi errori si ripetano nel presente o in futuro. Nasce con questi obiettivi e con lo scopo di raggruppare gli esuli del comune di Umago (città in terra jugoslava che subì un esodo di italiani dopo la Seconda guerra mondiale) l’associazione Famiglia Umaghese. A parlarci di questa realtà Elisa Manzutto, membro del consiglio direttivo dell’associazione.

PUNTATA 33

Protagonista di questa 33° puntata del podcast sul Terzo settore è il Servizio missionario giovani, nato nel 1964 dall’iniziativa di Ernesto Oliviero, con l’obiettivo di combattere la fame nel mondo. Una lunga strada che in questi anni ha portato il Sermig a trasformare un arsenale militare, quello di Torino, in arsenale della pace, luogo di incontro tra culture e religioni, punto di riferimento per giovani e poveri. Tutto è partito da un sogno, che oggi è realtà grazie alla generosità delle persone.

PUNTATA 34 

Torniamo, in questa 34° puntata, a parlare di sport. O meglio, di sport educativo. Lo facciamo con Martino Tosti, responsabile di Sportlab, associazione senza scopo di lucro che gestisce le attività sportive all’interno della diocesi di Perugia-Città della Pieve. Martino ci racconterà, tra l’altro, l’esperienza della Star Cup, un torneo di calcio a cinque maschile e femminile che coinvolge oltre cento squadre provenienti da realtà parrocchiali.

PUNTATA 35

Abbiamo ormai capito che sport e oratorio vanno sempre più a braccetto oggi. In questa puntata parleremo del tipo di sport che si pratica negli oratori italiani con Don Marco Fagotti, responsabile per la pastorale dello sport della conferenza episcopale Toscana e consigliere Anspi. Capiremo che si tratta di uno sport che mette al centro la crescita individuale della persona, che non rinuncia all’agonismo ma riconosce come principale avversario sé stessi più che gli altri.

PUNTATA 36
In questa 36° puntata parliamo di giovani e lavoro con Don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Cei, che ci racconta che cos’è il Progetto Policoro, nato nel 1995 per iniziativa della Chiesa cattolica italiana, con l’obiettivo di dare risposta all’aumento della disoccupazione giovanile. Da allora, il progetto ha coinvolto circa 800 giovani che hanno potuto usufruire di tre anni di formazione professionalizzante. Nell’intervista, Don Bruno Bignami sostiene inoltre che oggi non si possa più pensare di affrontare i temi economici senza connetterli con questioni sociali e ambientali. Nella scorsa puntata abbiamo parlato dei valori dello sport praticato negli oratori italiani con Don Marco Fagotti, responsabile per la pastorale dello sport della conferenza episcopale Toscana e consigliere Anspi.

PUNTATA 37
In questa puntata parliamo di cinema, o meglio, di un’esperienza che coinvolge
migliaia di bambini e giovani provenienti da tutto il mondo: il Giffoni Film Festival. Con noi Don Alessandro Bottiglieri, presidente dell’Anspi di Salerno e parroco di Giffoni, città dove si svolge il festival. Il Giffoni, nato nel 1971 dall’idea di Claudio Gubitosi, attuale direttore, è negli anni diventato un’occasione di confronto, condivisione e crescita per i giovani partecipanti che entrano in contatto ogni anno con attori e registi di fama internazionale.

PUNTATA 38
In questa 38° puntata parliamo di Grest, sigla che sta per Gruppo estivo. Ci aiuta don Pasquale Vasta, vice presidente vicario del consiglio nazionale di Anspi,
l’associazione nazionale San Paolo Italia. Il Grest è un’esperienza estiva oratoriale presente da tanti anni in molte parrocchie italiane che unisce adulti, giovani e bambini in un percorso educativo che si propone la crescita dell’intera comunità parrocchiale.

PUNTATA 39
È ora di fare il punto sullo stato dell’arte della Riforma del Terzo settore. In questa ultima puntata è tornato a trovarci il professor Stefano Zamagni, docente di Economia civile all’Università di Bologna che ci racconta cosa manca perché la nuova normativa possa dirsi effettivamente applicabile.

Puoi condividere...